Dove buttare i pannoloni per anziani


4/5 - (8 votes)

Introduzione

Pannoloni, pannolini e assorbenti costituiscono il 4% dei rifiuti solidi urbani. Difficilmente riciclabili fino a pochissimi anni fa, sono ancora perlopiù destinati a discariche e inceneritori, costituendo circa 900 mila tonnellate annue di rifiuti smaltiti. Le cose stanno cambiando, però, e finalmente si è compreso come riciclarli.

In questo articolo vedremo come comportarsi e cosa farne dei pannoloni usati; vedremo quando devono essere gettati nell’indifferenziata e quando no.

E scopriremo anche le alternative più ecologiche. Se ogni volta non sai come comportarti quando si tratta di pannoloni e se desideri saperne di più sull’argomento, continua a leggere!

Dove buttare pannoloni per anziani? 

Dipende, a questa domanda non esiste una risposta sempre valida e quello che ti consigliamo di fare è verificare cosa accade nel tuo Comune di residenza. Dal 2019, infatti, molti enti locali hanno cominciato ad attrezzarsi per una raccolta differenziata ad hoc dei Prodotti Assorbenti per la Persona (cosiddetti Pap), compresi dunque anche i pannoloni usati.

Considerando che la gestione dei rifiuti è in mano a diversi soggetti locali, non esiste una risposta univoca ed è bene verificare la situazione del proprio Comune (e della propria area specifica di residenza). Se esiste una prassi stabilita per la raccolta dei pannoloni, segui le indicazioni del tuo Comune. Se non esiste, la risposta è una e certa: buttali nell’indifferenziata.  

Approfondimento 

Dunque come si smaltiscono correttamente i pannoloni?
Be’, innanzi tutto la prima cosa da fare, sebbene abbastanza impopolare, dovrebbe essere sempre gettare il contenuto solido del pannolino nel wc. Le feci, infatti, non dovrebbero finire nella spazzatura e giungere infine nelle discariche, in quanto possibili portatrici di virus e batteri (ne parleremo meglio tra poco!).

Dopo aver gettato il contenuto e -possibilmente- aver sciacquato il pannolone, questo deve essere chiuso su se stesso, arrotolando la parte anteriore verso quella posteriore e fissandola grazie alle linguette.

A questo punto ti consigliamo di inserire il pannolone in un contenitore sigillato, appositamente creato a questo scopo. In questo modo riuscirai a contenere gli odori ed eviterai di farli diffondere per casa. Dopo averlo buttato, ricorda, infine, di lavare le mani con acqua e sapone, oppure con un disinfettante, anche se non sono presenti residui visibili. Un’ulteriore accortezza potrebbe essere quella di utilizzare dei guanti usa e getta oppure dei guanti riutilizzabili (da destinare, chiaramente, solo a questo uso).

Quando ritieni opportuno svuotare il mangiapannoloni, ci sono diverse possibilità. Ma prima un breve approfondimento.

Partiamo dal presupposto che pannolini e pannoloni sono molto difficili da riciclare. Fino a qualche anno fa avremmo detto che riciclarli sarebbe stato impossibile, ma a oggi le cose stanno cambiando. E la svolta è stata portata dal decreto End of Waste”, firmato nel nel 2019 dal Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa. Questo decreto ha dato il via libera al primo impianto al mondo di riciclo di Pap (ovvero di Prodotti Assorbenti della Persona). L’impianto, l’unico al mondo, si trova a Lovadina di Spresiano, in provincia di Treviso.

Sapevi che da una tonnellata di pannoloni e pannolini si possono ottenere fino a 150 kg di cellulosa e fino a 75 kg di plastica? Considerando che solo in Italia i Pap costituiscono 900 tonnellate di rifiuti annui, si tratta di una svolta epocale. 

Da quando il decreto è entrato in vigore, sempre più Comuni si stanno adeguando per la raccolta differenziata di pannolini, pannoloni e assorbenti. 

In alcuni Comuni, dunque, vengono organizzate delle specifiche raccolte. Queste devono comunque essere richieste all’ente locale gestore dello smaltimento dei rifiuti; cosa che può significare ricevere distinti sacchetti o bidoncini per la raccolta porta a porta, oppure la messa a disposizione di alcuni bidoni speciali di raccolta in strada (cui accedere tramite badge). Alcuni esempi virtuosi si trovano, ad esempio, nel Comune di Bastia Umbra (PG) e nel Comune di Vigonovo (VE). 

Verifica quindi se il tuo comune è attrezzato per questa raccolta e, se non lo è, allora dovrai buttarli nell’indifferenziata

I pannoloni per anziani sono un rifiuto speciale? 

No, i pannoloni usati non sono un rifiuto speciale, o almeno non lo sono per la definizione di “rifiuti speciali”. Come tali sono infatti intesi gli scarti di industrie e aziende, i quali si differenziano dai rifiuti urbani poiché ad occuparsene non è la Pubblica Amministrazione, ma aziende private dalla specifica funzione della loro gestione e del loro smaltimento.

Dunque, sebbene i pannoloni siano considerabili rifiuti sanitari: a meno che non vi sia ragione di credere che questi siano infetti, possono essere assimilati ai rifiuti urbani. Qualora invece il medico ravvisi che la persona utilizzatrice dei pannoloni sia affetta da una patologia che può essere trasmessa tramite batteri o virus contenuti nelle urine e nelle feci della persona malata, in tal caso le cose cambiano e i pannoloni sono da considerarsi come rifiuti pericolosi infetti. 

Sono più di 100 i virus che possono trovarsi -potenzialmente- negli escrementi umani, i quali possono vivere anche per molti mesi dopo la secrezione.

Tra questi troviamo virus gastrointestinali, epatite, e. coli e salmonella. Per questo, specie quando i pannoloni sono destinati all’indifferenziata, questi possono costituire un rischio per gli operatori che entrano vi entrano in contatto durante la raccolta dei rifiuti.

Di recente, tra l’altro, si è discussa anche la possibilità che i pannoloni usati da persone positive al Covid-19 possano essere veicolo dello stesso.

Anche in questo caso, il suggerimento è di controllare quali siano le disposizioni del proprio Comune in merito ai rifiuti prodotti quando positivi e in isolamento. 

Come funziona lo smaltimento pannoloni nelle case di riposo? 

Come accennato, dipende in primis dallo stato di salute della persona che ha indossato il pannolone. Se questa non presenta malattie infettive, i pannoloni sono considerati “rifiuti urbani” e, dunque, non subiranno trattamenti speciali.


Qualora invece ci sia conoscenza di potenziale infettività di feci e urine, in tal caso verranno smaltiti come “rifiuti a rischio infettivo” (dove per essi si intendono tutti i rifiuti che sono contaminati da liquidi biologici come sangue e secrezioni provenienti da pazienti infetti).

In questo caso, il personale formato delle case di riposo, procederà in questo modo:

  1. Indosserà tutti i dispositivi di protezione personale (guanti, divisa, occhiali protettivi, mascherina, etc).
  2. Smaltirà nell’apposito contenitore, in questo caso di cartone (per rifiuti non taglienti e non liquidi). 
  3. Verificherà che il contenitore non sia riempito per oltre 3 / 4. 
  4. Getterà i guanti nel contenitore stesso e si laverà bene le mani. 
  5. Scriverà sull’etichetta il tipo di rifiuto, la provenienza, la data, etc. 
  6. Trasporterà il contenitore con un apposito carrello in un locale dedicato ai rifiuti pericolosi, dove rimarrà per non oltre un giorno. 

Mangiapannolini per anziani e altri contenitori adatti allo scopo 

Vediamo adesso quali strumenti possiamo utilizzare come ausilio allo smaltimento domestico dei pannoloni. parliamo dei classici mangiapannolini, usati anche per neonati e bambini piccoli, cestini progettati appositamente per questo genere di rifiuti. Questi sono dotati di una parte superiore pensata proprio per trattenere gli odori, ed evitare che la casa ne risulti pervasa. In ogni caso, ti consigliamo di inserire un sacchetto di plastica al suo interno: uno generico oppure un sacchetto specifico laddove il tuo comune te lo fornisca (sempre che non ti fornisca persino lo stesso contenitore apposito!). 

Questo semplice strumento offre una certa comodità, mettendo meno fretta nello smaltirli e garantendo la salubrità dell’ambiente in cui sono conservati.  

Cosa è bene valutare quando si cerca un contenitore per pannoloni?
Se cerchi un mangiapannolini, specialmente online, fai particolare attenzione alle dimensioni, poiché nella maggior parte dei casi questi sono pensati per i pannolini dei bambini e non hanno un ingresso abbastanza grande per accogliere i pannoloni degli adulti. Controlla dunque in modo particolare l’ampiezza del foro, ma anche l’altezza del contenitore e la sua capacità. Dopo di che, un requisito essenziale è che il contenitore scelto sia concepito per trattenere gli odori ed evitare il proliferare dei germi e dei batteri. 

Alcuni modelli dispongono poi di un sistema per avvolgere e sigillare ciascun pannolone, così che ognuno di essi rimanga isolato. Se il tuo Comune mette a disposizione la raccolta differenziata di Pap, potrebbe non essere il caso (o essere del tutto sbagliato) aggiungere rifiuti extra al sacchetto della raccolta differenziata. In questo caso dovresti esclusivamente cercare un modello in cui mettere il solo sacchetto. 

Vuoi cercare un mangiapannolini su Amazon? Clicca qui.

I migliori mangiapannolini per adulti

Tommee Tippee Twist & Click Sangenic Sistema avanzato di smaltimento pannolini Mangiapannolini con 6 Ricariche, Protezione Anti-Odore e Anti-Germi, Bianco
  • Contenitore che ripiega e avvolge i pannolini
  • La pellicola antibatterica uccide il 99% dei germi, assicurando anche la protezzione contra l'odori
  • Nuovo sistemo Twist & Click che consente meno sprechi e pellicola ad ogni uso
  • Il nuovo coperchio piatto salva spazio e impugnatura
  • Contiene fino a 30 pannolini

Sale
Foppapedretti Maialino, Bidoncino Getta Pannolini, Bianco, 25 x 28 x 57 cm
  • Il bidoncino getta pannolini Maialino trattiene la maggior parte dei cattivi odori, grazie alla tecnologia brevettata a 7 strati EVOH basata sulla barriera di ossigeno
  • Facile da usare con una sola mano e da svuotare grazie all'apertura centrale e alle ridotte dimensioni del sacchetto
  • Il sacchetto può contenere fino ad un massimo di 180 pannolini, a seconda delle dimensioni degli stessi
  • Una ricarica è inclusa nella confezione
  • Dimensioni: H56 P28 L25 cm

Alternative ecologiche ai pannoloni usa e getta 

Vorremmo concludere, infine, con un’idea diversa da quella che ti ha portato a questo articolo. Abbiamo visto come gestire i pannoloni usati e le differenze locali, abbiamo scoperto i rischi legati allo smaltimento di questi prodotti e ne abbiamo compreso il potenziale rigenerativo. Ma manca chiaramente una casella da completare per chiudere il cerchio: chiunque si sia trovato a consumare grandi quantità di pannolini o pannoloni, si è probabilmente domandato, ad un certo punto, se esistesse un’alternativa più sostenibile, sia dal punto di vista economico che ambientale. La risposta è che sì, le alternative eco-friendly esistono. Parliamo di pannoloni per adulti lavabili e riutilizzabili, fatti di stoffa e materiali assorbenti. Apprezzati e ritenuti comodi da chi soffre specialmente di una leggera incontinenza, ma utilizzabili anche da chi ha necessità diverse. Rispetto a quelli usa e getta, i pannoloni in cotone sono ideali per chi ha la pelle sensibile, delicata e soffre di irritazioni

I pannoloni riutilizzabili sono costituiti da distinte componenti: una esterna impermeabile e una parte interna fatta di materiali sintetici e cotone assorbente (che è ciò che entra in contatto con la pelle); le due componenti -esterna e interna- vengono tenute insieme tramite dei bottoncini a pressione. Ti è piaciuta questa idea? Sappi che questi pannoloni sono acquistabili comodamente anche su Amazon e  puoi valutare alcuni modelli a questo link.  

I migliori Pannoloni riutilizzabili per adulti

SUPVOX Pannoloni per anziani adulti lavabili mutande per incontinenza anziani riutilizzabile Regolabile L (grigio)
  • PROTEZIONE PERDITA EFFICACE, eccellente funzione di assorbimento d'acqua per prevenire efficacemente i disagi e l'imbarazzo causato dall'incontinenza.
  • DESIGN DI FORMA ECCELLENTE, facile da indossare e da togliere, la dimensione può essere regolata, progettata per i pazienti con problemi di mobilità.
  • COMODO DA USARE, Il tessuto è morbido, traspirante, privo di sostanze chimiche, comodo da indossare e non causa eczema per l'uso a lungo termine.
  • PU CAN ESSERE UTILIZZATO DIRETTAMENTE, ben progettato, non necessita di altri accessori, usalo direttamente.
  • LAVABILE, di alta qualità, può essere utilizzato ripetutamente dopo il lavaggio, economico e durevole.

Pannolini di stoffa per adulti, 6 tipi di pannolini per la cura delle donne e degli uomini riutilizzabili(A25)
  • ▲ Un ottimo effetto impermeabile e traspirante non causa arrossamento o prurito da pannolino, elevato assorbimento di umidità ed è più comodo da indossare e asciugare rapidamente.
  • ▲ It Design a doppio pannello per evitare perdite laterali. Anche lavabile e riutilizzabile, sarà più comodo da usare.
  • ▲ È possibile regolarlo in base alle dimensioni, È facile regolare le dimensioni dei pulsanti sulla vita e sul lato anteriore dei pannolini.
  • ▲ Questa è una buona scelta per i pazienti anziani, una vescica sensibile, una delicata protezione per l'incontinenza e il sanguinamento post-partum. Perfetto anche da indossare con asciugamani monouso per adulti.
  • ▲ Adotta una fodera interna in puro cotone per aumentare il comfort e prevenire le perdite, da materiali di alta qualità senza composizione chimica, sarà sicuro e confortevole per un uso a lungo termine.

Recent Posts